fbpx

Blog

Pagano / Magazine  / Legno lamellare: caratteristiche e applicazioni

Legno lamellare: caratteristiche e applicazioni

Leggendo questo articolo scoprirai perché il legno lamellare (in particolare l’avanzato XLAM) è ideale nelle applicazioni per ville di lusso. Ti spieghiamo le caratteristiche, il tipo di lavorazione, vantaggi e virtù di questo legno moderno e polivalente.

A differenza del legno massello (vivo, ricavato dalla lavorazione del tronco di un albero), il legno lamellare è prodotto dall’uomo. E’ un materiale strutturale industriale, composito e versatile, che presenta tutti i vantaggi del legno massiccio e della prefabbricazione accurata, tipica della moderna bioedilizia.

Questo materiale è stato sviluppato intorno alla metà del XX secolo: il legno lamellare incollato nasce nel 1905, con il brevetto Hetzer, per superare i limiti delle strutture in legno massiccio.

La materia prima del legno lamellare

Per realizzare il legno lamellare, vengono selezionate assi di legno grezze (abete, castagno, quercia, frassino, iroko, faggio). La selezione mira anche a sfruttare tronchi medio-piccoli in modo da ottimizzare i tagli evitando sprechi di materiale.

La materia prima deve, ovviamente, essere di buona qualità, non presentare difetti rilevanti. Deve essere essiccata, stagionata adeguatamente e classificata idonea per l’utilizzo strutturale.

Il legno lamellare richiede una lavorazione precisa e accurata con passaggi all’interno della segheria, pressatura e incollaggio.

L’obiettivo finale è ottenere un elemento robusto e duraturo.

Caratteristiche e vantaggi del legno lamellare

Il legno lamellare è stato sviluppato per superare certi limiti delle strutture in legno massiccio, tra cui:

– difficoltà nel reperire tronchi dritti e abbastanza lunghi;

– costo elevato e problemi di trasporto;

– presenza di difetti (fessurazioni, nodi, fibre deviate);

– impossibilità di realizzare travi curve e strutture geometriche complesse.

Ecco quali sono i vantaggi delle strutture in legno lamellare:

– elasticità, estrema resistenza meccanica alla flessione, trazione e compressione in base al peso;

– elevata resistenza alle intemperie ed agli sbalzi termici;

– leggerezza ed assenza dei difetti tipici del legno massello;

– indeformabilità dimensionale e statica, stabilità;

– bassa dispersione di calore che le rende isolanti naturali e consente un risparmio energetico;

– dimensioni da adattare al millimetro, da modellare in base alle esigenze e all’estetica ricercata;

– facile assemblaggio;

– elevata versatilità, personalizzazione senza limiti sia a livello cromatico sia nel creare profili curvi o rettilinei, a sezione tonda, quadrata, ovale, rettangolare, a H, convesse, reticolari, bombate, ecc.;

– buon comportamento al fuoco in caso di incendio, superiore al legno naturale, eccellenti proprietà antisismiche.

Legno lamellare: lavorazione

Materie prime, caratteristiche e metodi di lavorazione del legno lamellare sono disciplinati dalla norma UNI EN 14080:2005

Dopo un’accurata selezione, le future lamelle vengono segate a misura e sagomate. I lati corti vengono cosparsi di collante prima di farli aderire alla lamella successiva.

Per ottenere una trave lamellare completa, è necessario sovrapporre ed incollare vari strati a caldo (sotto pressione), disposti alternando il senso delle fibre perpendicolarmente. Tutto questo per ridurre al minimo eventuali deformazioni per umidità o sbalzi di temperatura.

Le travi completate dispongono di fori e incavi per il fissaggio. Vengono sottoposte a trattamenti con prodotti protettivi, ignifughi e biocidi.

In fase di finitura, le travi vengono sottoposte a piallatura e impregnazione.

In cantiere verranno assemblate tra loro attraverso bullonature, incastri, fazzoletti in metallo.

Le dimensioni delle lamelle variano a seconda della destinazione d’uso: di solito si va da 8-24 cm di larghezza per 4 cm di spessore.

Un elemento lamellare può raggiungere dimensioni notevoli (fino a 100 metri).

XLAM: l’innovazione tecnologica del legno lamellare

Nella seconda metà degli anni ’90 (dal 1996 in poi), sono state realizzate le prime strutture in XLAM, un nuovo modo di pensare il legno lamellare. L’idea è quella di creare un prodotto di valore dalle cosiddette ‘tavole laterali‘ che, per qualità o dimensione, non sono utilizzabili nella produzione di travi di legno lamellare.

L’XLAM è un legno lamellare a strati incrociati, strati adiacenti ruotati di 90°.

Per l’incollatura strutturale, vengono utilizzati procedimenti innovativi (adesivi e tecnica).

Nella pratica progettuale, viene effettuato un calcolo ‘a strisce‘. Il pannello è equiparato ad una trave semplicemente appoggiata.

XLAM presenta una maggiore resistenza, robustezza, spessori ridotti, distribuzione dei carichi nelle due direzioni.

Legno lamellare: applicazioni nella bioedilizia

Oltre a giocare un ruolo importante nelle ristrutturazioni (solai, soppalchi, coperture), il legno lamellare viene applicato nella bioedilizia in alternativa al cemento armato per la realizzazione di:

– strutture leggere (casette, bungalow, gazebi, tettoie);

– coperture per capannoni, centri sportivi, scuole, centri commerciali, piscine, auditorium, riqualificazione di teatri;

– case a basso consumo energetico;

ville di lusso.

Legno lamellare e XLAM: applicazioni per ville di lusso

Il legno lamellare vince sul legno massello per un paio di buoni motivi.

Vengono utilizzate travi in legno lamellare per costruire case e ville a basso consumo energetico. Il legno lamellare è ideale, in particolare, per abitazioni caratterizzate da grandi ambienti vuoti, in assenza di appoggi intermedi.

Inoltre, è da preferire quando i piani di un edificio si sviluppano notevolmente in altezza.

Al contrario, il legno massiccio è maggiormente sfruttato per costruire strutture di uno o massimo 2 piani.

Oltre a permettere maggiore creatività e personalizzazione in fase di progettazione, il legno lamellare vanta caratteristiche strutturali stabili ed un’elevata capacità di carico in rapporto al peso.

Le applicazioni per ville di lusso del legno lamellare prevedono il massimo della selezione e della tecnologia. La scelta migliore ricade sull’innovativo XLAM per la progettazione creativa in grado di soddisfare tutte le più moderne esigenze architettoniche ed estetiche.

Da oltre 50 anni, l’azienda Pagano costruisce immobili di lusso in legno lamellare, soprattutto XLAM, per realizzare la villa dei tuoi sogni.

Contatta L'Azienda Pagano

avavowebagency

No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.

Call Now ButtonCHIAMA SUBITO